TrevisoAccessibile

Indice rapido


Dove sei: Home page > News > Scheda notizia


Fase 2 per gli impianti di risalita – Minella (Anef): “Ripartiamo in totale sicurezza. grazie alla Regione Veneto per il costante confronto. Con noi riparte la montagna”

Immagine Fase 2 per gli impianti di risalita – Minella (Anef): “Ripartiamo in totale sicurezza. grazie alla Regione Veneto per il costante confronto. Con noi riparte la montagna” Fonte: ufficio stampa Confindustria Belluno Dolomiti


Belluno, 18 maggio 2020 – “Ripartiamo in totale sicurezza e con il massimo senso di responsabilità, lo stesso che abbiamo dimostrato fin dall’inizio dell’emergenza Covid-19. Siamo carichi di energia e convinti che la stagione si possa e si debba salvare. Con noi riparte tutta la montagna veneta”.

A dirlo è Renzo Minella, presidente di Anef Veneto, l’associazione degli impiantisti che ha sede in Confindustria Belluno Dolomiti, nel primo giorno della “fase 2” per il comparto.

“La nuova ordinanza regionale ci consente di riprendere la nostra attività nel rispetto della salute di tutti, operatori e fruitori del servizio”, rimarca Minella. “Si tratta di un provvedimento nato dal confronto quotidiano con le parti istituzionali, in particolare con la Regione del Veneto. Nel governatore Luca Zaia e nell’assessore al turismo Federico Caner abbiamo trovato interlocutori affidabili e sempre pronti al dialogo. Ci siamo mossi nei tempi, studiando norme e comportamenti, e questo ci consente di essere uno dei primi territori in Italia a poter ripartire e programmare la stagione accanto a tutti gli altri operatori del turismo montano”.

“Il confronto è stato periodico anche con la struttura dell’Ulss 1 Dolomiti guidata dal direttore generale Adriano Rasi Caldogno”, sottolinea Minella. “I dati sanitari sono sempre stati per noi la base di ogni ragionamento”.

Insomma, regole chiare per una stagione al via tra mille incognite: “Siamo pronti a fare la nostra parte promuovendo buone pratiche e sensibilizzando i fruitori di tutta la montagna convinti che proprio la montagna possa essere la meta ideale per lasciarsi alle spalle mesi di quarantena”, sottolinea il presidente di Anef Veneto. “Come operatori saremo i primi a rispettare le regole e a farle rispettare. Nessuno, infatti, può permettersi un altro lockdown”.

“Ripartire per noi oggi ha mille significati: con noi ripartono idealmente la montagna e il turismo, comparto cruciale per tutto il Veneto, ma riparte anche la voglia di futuro, quindi Mondiali di sci a Cortina e Olimpiadi 2026, sfide che vogliamo vincere per noi e per il nostro territorio, oggi più che mai”, la conclusione di Minella.